28 Settembre 2021

Crema-Gel Rinfrescante

I nostri recettori del caldo e del freddo sono concentrati particolarmente nella testa e nel viso, zone periferiche che normalmente non sono coperte e quindi sono a diretto contatto con l’ambiente esterno.

I recettori si attivano quando varia la temperatura e inviano l’informazione ai centri termoregolatori, situati nel sistema nervoso centrale.

In base alle informazioni ricevute, si attivano i meccanismi di conservazione o di dispersione del calore.

Per disperdere il calore L’organismo utilizza quattro meccanismi: la conduzione, l’irraggiamento, la convezione, ma soprattutto la sudorazione.

Confor't Crema-Gel Rinfrescante
Termografica

La maggior parte della dispersione del calore avviene attraverso la formazione del sudore e la sua successiva evaporazione: quindi il corpo viene raffreddato solo se il sudore evapora. Sudare copiosamente con la maggior parte del sudore che cade a terra o resta intrappolato da un casco non serve a raffreddare il corpo. Anzi, si soffre.

La testa corrisponde a un 8% di superficie corporea. Se la testa è coperta e il sudore generato non può evaporare, diventa una “fonte” di calore e di sofferenza per l’organismo.

Attivando intenzionalmente i recettori periferici del freddo localizzati sulla testa si inviano al cervello i segnali di diminuzione della temperatura; di conseguenza, i centri termoregolatori diminuiscono la dispersione del calore e si smette di sudare.

Confor’t è in grado di mantenere la sensazione di fresco per quattro ore.
Lo confermano i test che abbiamo condotto contestualmente allo sviluppo della formula. Un prodotto eccezionale, che funziona davvero, tutto italiano.

Elmetti ghiaccio